Doping dappertutto

Ho letto e riletto questo articolo perchè sono sinceramente sconcertato e pensavo a una bufala… veramente non c’è speranza che il ciclismo torni ad essere “pulito”?? C’è sempre il sospetto che il campione di turno sia dopato e se anche alla “base” si inizia con queste pratiche…

*************************************

Ciclismo, minorenne positivo: usava il terribile nandrolone.”Non è un episodio isolato, fanno come i professionisti”.

ROMA – Nandrolone, un potente anabolizzante. Doping pesante nel ciclismo giovanile. Non Ma prima volta che accade, ma adesso c’è di mezzo addirittura un minorenne, S. M., classe ’89, 17 anni, appartenente ad una formazione juniores siciliana (Team F.Ili Giorgi Sicilia). E’ positivo ad un controllo a sorpresa il 9 luglio scorso, in occasione del Trofeo Pantalica di Canicattini: norandrosterone e noretiocolanone, due metaboliti del nandrolone, appunto. Un mini-atleta già distintosi in varie manifestazioni, che viaggia attorno all’80a posizione (su 439) nello speciale ranking di categoria della federciclismo. Un diciassettenne sulla strada del devastante doping del ciclismo maggiore. Con danni al fisico facilmente intuibili, lo dicono gli esperti: assumere anabolizzanti per un giovane sano e ancora acerbo è quasi un suicidio. Fegato e cuore ne hanno danni sicuri, spesso irreparabili.

L’episodio non è che la punta di un enorme iceberg. «Per uno che si becca, cento la fanno franca», spiega Loris Salvestrini, il decano dei direttori sportivi per le categorie giovanili, uno che il ciclismo lo frequenta e lo conosce da oltre sessant’anni, che ha visto e lanciato validi professionisti (come Podenzana, compagno di Pantani) e che ora segue la formazione Vangi Di Nardo del talentuoso Ulissi, fresco campione del mondo junior. «E magari quelli che non sono controllati all’arrivo hanno aiutato il capitano a vincere e sono “pieni” più di lui. Ci vogliono i test a casa, nei ritiri. Test a sorpresa; quelli in gara della federazione – scarsi – servono a poco».

Lo si sospettava, ma adesso ecco la prova: il “modello” professionistico arriva alla base del movimento, con il doping più pesante. Fino agli juniores e addirittura agli allievi, cioè a ragazzini di 14-15 anni. «Vengono qui in Toscana dalla Sicilia per partecipare alle corse di fine stagione. Sono gli stessi genitori a spingerli al doping per trovare una squadra. Il miraggio? Anche 25.000 euro l’anno per un buon allievo; la casa e, quel che più conta, il lavoro per il babbo». Emigranti del doping, dunque… «Ne ho sentite di cose… – aggiunge Salvestrini – genitori che incalzano i figli: tutti vanno da quel medico – chiacchierato, ovviamente – a te il tuo non ti da neanche un cachet per il mal di testa… dai, che sono farmaci che non fanno male, gli dicono. Ma le medicine fanno sempre male se non si è malati. E’ un grosso problema. Nelle categorie giovanili girano farmaci a sfascio, proibiti e non. E talvolta i medici del controllo antidoping sono gli stessi che li hanno prescritti. Così si mette in testa ai giovani che senza “aiuto” non si pedala. E’ il primo passo verso il doping pesante, che arriva prestissimo. La Federciclismo fa poco, i direttori sportivi tacciono per convenienza, ma dovrebbero essere squalificati con gli atleti. Qui in Toscana ci sono due-tre squadre molto chiacchierate». Medie stratosferiche, calendari incalzanti, risultati da fare a tutti i costi «Non studiano. Fanno la vita dei corridori e basta. O sfondi o affondi. E per arrivare si ricorre a tutti i mezzi».

Articolo di Eugenio Capodacqua tratto da “la Repubblica” di martedì 29 Agosto 2006, pag. 59 (Sport).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...