Fatherhood

Eh già, essere padre ha qualche volta dei lati negativi… può essere molto faticoso (mai come essere madre, ok, ma anche il papà ha il suo da fare).

Da Zen Habits:

Fatherhood can be a lot of work. OK, who am I kidding — it’s always a lot of work, a whole heckuva lotta work. There’s staying up late nights singing your baby to sleep, changing diapers all day, cleaning up spitup and throwup and all kinds of gross messes, giving baths and brushing teeth and washing dishes and always, always picking up toys, and helping with homework and driving them to soccer practice and putting together their toys on Christmas and birthdays and hosting birthday sleepovers and taking sick ones to the doctors and injured ones to the emergency room and bandaging boo-boos and hugging when things don’t go right and lecturing when they misbehave and dealing with tantrums and potty training them and cleaning up when they don’t quite make it to the potty.

Che più o meno vuol dire:

La paternità può essere un lavoro molto impegnativo. OK, chi sto prendendo in giro? E’ sempre un lavoro impegnativo, un lavoro dannatamente impegnativo. C’è lo stare alzati fino a tardi la notte cantando una ninna nanna al tuo bambino per farlo addormentare, cambiare i pannolini tutto il giorno, pulire saliva, rigurgiti, vomitini e tutte le cose schifose che può produrre un neonato, fare bagnetti e lavare denti e lavare i piatti e sempre, costantemente, raccogliere giocattoli, e aiutare con i compiti e accompagnarli agli allenamenti di calcio e preparare i regali per Natale e compleanno (e S. Lucia, aggiungo) e ospitare i loro amici per le feste di compleanno, pigiama party e robe simili, e portarli dal pediatra quando sono malati o al pronto soccorso quando si fanno male, e bendare il “mimi” e abbracciarli quando le cose non vanno bene e rimproverarli quando si comportano male e gestire i capricci e insegnargli a fare la cacca da soli e pulire quando “sbagliano mira”.

Non avrei saputo esprimermi meglio.

Ed è tutto vero, faticoso ma bellissimo!
E la ricompensa per tutte queste cose è incredibile:

  • è bellissimo quando mio figlio mi guarda negli occhi, potrei spostare una montagna per farlo contento
  • è bellissimo quando fa delle domande allucinanti tipo “Papà, chi mette la corrente dentro ai fili?”
  • è bellissimo quando giochiamo con le costruzioni o i kapla e ci arrabbiamo uno con l’altro: “Non si fa così papà!”
  • è bellissimo guardare i cartoni animati insieme, che entrambi conosciamo a memoria: “elegante come una berlina, scattante come un go-cart!”
  • è bellissimo guardare Gabriele che parla a Francesco (che ha 4 mesi), e Francesco gli risponde con i suoi balbettii.
  • è bellissimo stare con Gabriele sulla pancia mentre guardiamo un cartone animato, e lui si addormenta.
  • e infine è bellissimo sapere che per i prossimi 20 anni questa lista non potrà che allungarsi!
Advertisements

4 pensieri su “Fatherhood

  1. Vedrai quando giocheranno insieme! 😉
    Potrai aggiungere:
    – bellissimo poter parlare un attimo con la moglie mentre i due si gestiscono da soli e alla grande! 😛

    • In effetti, viste le tendenze “dispotiche” di Gabriele, trovare 5 minuti per parlare con Monica è un problema: “NON SI PARLA!” è la sua frase preferita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...