La Mezza sul Serio

Si, nel senso, sul fiume Serio, quello che dà il nome alla valle dove vivo, la Val Seriana.

E risparmiate le battute “ma la fai la mezza? ma sul Serio?”

Ed eccomi qui, dopo qualche giorno a scrivere il resoconto della mia seconda gara, la 1° Mezza sul Serio, organizzata dalla società La Recastello per i suoi 60 anni di attività.
La mezza si corre tra i paesi di Gazzaniga, Fiorano al Serio, Vertova, Colzate e Cene, su due giri di 10 km circa ciascuno.
Il percorso, su strade che conosco, era veramente bello.
Sapevo che sarebbe stata dura e temevo la salita dal 10 al 13 km circa (al secondo giro), ma invece mi ha dato più fastidio il vento contro in discesa dal 13 al 17…
Percorso ottimamente presidiato dai volontari, nessuna macchina incontrata nel tracciato, anche se ho assistito alle solite scene di automobilisti che hanno fretta e vogliono passare a tutti i costi, ma i volontari li hanno tenuti a bada con fermezza.
Peccato per il ritiro borse e riconsegna chip caotico, bastava probabilmente organizzare la coda con qualche fettuccia.
Anche le docce erano poche: eravamo in uno spogliatoio di un campo di calcio, dimensionato per 15 persone, mentre gli iscritti erano oltre 600.

Per il resto davvero bella manifestazione!
Ero partito per bissare le due ore del Brembo, ma mi son fatto prendere dall’agonismo e ho chiuso in 1h 51m scarsi polverizzando il mio personale precedente!Splits
Non credevo davvero di fare così bene, ho avuto la mia solita crisi attorno al 19 km, per il resto un po’ di fastidio di troppo al piede sinistro che a un certo punto mi si è anche “addormentato”.

Mi ero fatto un braccialetto su cui mi sono segnato i tempi di passaggio per chiudere in 1h 55′: al primo passaggio ai 5 km ero 1 minuto e mezzo avanti, con i primi 3 km in salita.
Mi sono imposto di rallentare un po’ e tenere questo vantaggio, e invece ai 10 km ero quasi 5 minuti avanti.
Ho continuato così fino alla fine, a parte il km dal 19 al 20 dove ho faticato davvero, riprendendomi un po’ negli ultimi 1200 metri.

I tempi ufficiali che vedete nell’immagine sono un po’ sballati: il Check2 (e di conseguenza anche il Check4) erano sicuramente posizionati più avanti dei 7 km. E non tanto per il ritmo lento del Check2, ma per quello troppo veloce del check successivo. Un ritmo di 3′ 06″ al km è impossibile per me, a meno che mi sono trasformato in keniano e non me ne sono accorto…

Questo il mio tracciato e i parziali al km su Garmin Connect: 1° Mezza sul Serio

E la prossima? Ma che domande, la Sarnico – Lovere, 26 km…
E la tentazione maratona sta diventando forte. Verona? o Firenze?

3 thoughts on “La Mezza sul Serio

  1. E ti rinnovo i complimenti per questo successo! E’ bello avere delle passioni, in questo caso poi si prospettano sempre nuove sfide, perché no la maratona? Sembra un bel traguardo! Nessun commento sugli automobilisti impazienti…non ho veramente parole! Buona Pasquetta e buon allenamento allora!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...