Nativi digitali

Embed from Getty Images

Quello dei nativi digitali è un tema molto dibattuto, anche se spesso viene affrontato nel modo sbagliato.
Leggevo in questi giorni un paio di riflessioni (una su Facebook che non trovo più, e un altra sul sito di Paolo Attivissimo, riportata più in dettaglio qui) che messe insieme sintetizzano più o meno il mio pensiero.

Ne scrivo qui, senza tema di essere smentito tra qualche anno, quando i miei due “nativi digitali” inizieranno a usare PC e smartphone.

Continua a leggere

Come sempre buoni propositi

Nuovo anno, nuovi propositi.

Lista breve:

  • divertirmi di più (e non è difficile, specialmente quando sono con la mia famiglia!)
  • suonare di più (anche questo non è difficile, basta fare più di 0)
  • correre di più (questo insomma, nel 2013 ho corso per 550 km e 2 maratone)
  • studiare di più (e qui dovrei studiare un sacco…)

Fine…

Buon anno!

[B]iancheria ed estetica

Torna la rubrica “frasi mitiche” con due dialoghi fulminanti!

Dialogo tra i miei due figli di 2 (F.) e 6 (G.) anni:

F. “Mi disegni una B gaaande?”
G. disegna una B gigante su un foglio.
F. “Cos’èèèèè?”
G. “Una B grande”
F. “Hai disegnato un ‘ggiseno?”

[potrebbe in effetti trarre in inganno…]

Madre e figlio duenne:

M. “Guarda, mi sta crescendo un brufolo sulla fronte”
F. “Ti sta crescendo un GUFOLO?”

il difficile rientro

[traduzione estemporanea]
“Whoa, l’estate è quasi finita. Meglio controllare la mia lista estiva delle cose da fare”.
ESTATE: il posto in cui le to-do-list vanno a farsi benedire

L’estate sta finendo

Arriva settembre e come promesso (minacciato?) ricomincio a scrivere.

Questo mese di agosto appena trascorso è stato veramente faticoso, costellato da una serie di eventi sfigati (no, non sfortunati, veramente sfigati) come non mi era mai capitato.

Un veloce riassunto:

  • in vacanza mia moglie è caduta dalle scale e si è fratturata il 5° metatarso del piede destro. 25 giorni di gesso e altri 15 di riabilitazione  (non ancora terminata). Vacanza faticosa ma grazie agli zii e alla nipote siamo riusciti a portarla a termine.
  • ho perso il conto di quante volte Francesco è caduto e ha battuto la testa, si è persino fatto un bernoccolo sul bernoccolo del giorno prima.
  • ho divelto la fotocellula del cancello e rotto il ripiano di vetro del frigorifero dell’appartamento dove eravamo in vacanza.
  • Gabriele si è ammalato con 39 di febbre e brividi notturni, ci ha fatti spaventare parecchio ma per fortuna si è ripreso da solo in un giorno.
  • di ritorno dalle vacanze ho avuto l’amara sorpresa di non trovare più la mia bicicletta, rubata dal cortile di casa dove era parcheggiata.
  • mio fratello, sua moglie e sua suocera sono caduti tutti e tre, uno dalle scale, le altre dal marciapiede (!), e anche la suocera si è rotta un metatarso.

A conti fatti ho riposato poco, ma tutto sommato non è successo niente di così grave, anzi nella sfortuna è uscito anche qualcosa di positivo, anzi di molto positivo (che non vi scriverò).

E adesso si ricomincia a lavorare, ricominciano a riempirsi le liste delle cose da fare (che ad agosto si sono “fermate” magicamente),  ripartono tutte le attività, ma soprattutto Gabri inizia la scuola… che emozioni! Ci sarà di sicuro qualche lacrima, ma sono convinto che al Gabri la scuola piacerà.

In bocca al lupo piccolo grande Gabri!