Buon 2019!

Indovinami, indovino,
Tu che leggi nel destino:
L’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
Che avrà di certo quattro stagioni,
Dodici mesi, ciascuno al suo posto,
Un carnevale e un ferragosto,
E il giorno dopo il lunedì
Sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
Nel destino dell’anno nuovo:
Per il resto anche quest’anno
Sarà come gli uomini lo faranno.

Gianni Rodari

Buon anno 2019 a tutti, che sia come lo volete, fatelo bello, mi raccomando!

5 cose della settimana 44 – Buono a sapersi

La scorsa settimana mi è scappato un post in più… adesso ci metto i numeri delle settimane.

  • Secondo GoodReads ho 200 libri nella mia “biblioteca virtuale”. Secondo Anobii, 197. Strano, di solito li tengo allineati… In ogni caso, sempre troppi libri belli da leggere e troppo poco tempo…
  • RunAnEmpire. Fitness e gaming nella stessa App. giochino carino per trovare qualche motivazione in più per andare a correre. Poco diffuso in Italia… sto spadroneggiando conquistando castelli ovunque nella mia zona…
  • E’ morta Sara Anzanello. Pallavolista, centrale, nazionale italiana e oro ai mondiali 2002. Muore a 38 anni per una leucemia. E niente, andate a donare… non costa molto, anzi niente.

    “Non so per chi, ma so perchè”.

  • Tra una vicissitudine e l’altra, alla fine alla Lake Garda Marathon non ci sono andato. Visto che la maratona comunque l’hanno sospesa e hanno fatto fare a tutti la 30 km, non è un gran danno. Ho spostato all’anno prossimo, l’appuntamento è solo rimandato… 20 ottobre 2019
  • Maltempo e pioggia… e un po’ di fifa… però ho scoperto che esiste un servizio della Protezione Civile a cui si possono segnalare eventi critici: Sala di Protezione Civile regionale, telefono 800.061.160 – mail cfmr@protezionecivile.regione.lombardia.it Buono a sapersi!

5 cose di fine ottobre

Visto che nessuno si lamenta, continuo…

  • Google ha annunciato che chiuderà Google+ Non mi mancherà per niente…
  • A me Baricco sta antipatico, però ha ragione: ce l’ha con i vari “movimenti di indignati” che furoreggiano sui social. E sintetizza perfettamente in questa frase il loro “entusiasmo” nel combattere le battaglie da tastiera:

    La vostra voglia di incazzarvi è molto maggiore degli argomenti che avete per farlo.

  • Ho scoperto Relive: https://www.relive.cc/view/g25869240029
  • E’ partito BepiColombo. Godetevi il video del lancio.
  • E’ uscito il nuovo libro di Samantha Cristoforetti (ovviamente già comprato). E anche la Barbie Astronauta ispirata ai suoi lineamenti.

    Sono molto contenta che oggi le Barbie rappresentino proporzioni fisiche realistiche e dimostrino che tutte le esperienze professionali sono accessibili alle donne così come agli uomini. Spero sia d’ispirazione per far capire alle bambine che devono sognare senza porsi limiti.

5 cose belle e meno belle

Se mai smetto, se do fastidio…

  • E’ morto Paul Allen, co-fondatore di Microsoft con Bill Gates, proprietario dei Portland Trail Blazers, dei Seattle Seahawks, e dei Seattle Sounders, squadra di calcio (o soccer come dicono gli ammmerrricani…) e filantropo: aveva dato vita alla “Paul G. Allen Family Foundation”, nata per amministrare le ingenti donazioni che faceva, più di un miliardo di dollari con cui ha finanziato ricerche, ospedali, centri specialistici e movimenti culturali. Allen ha anche realizzato un progetto discografico, un album rock venduto esclusivamente online e ha iniettato decine di milioni di dollari nell’Experience Music Project, museo dedicato al rock e alla fantascienza. Più una serie di svariate altre cose…
  • Dopo le cimici adesso è la volta delle coccinelle. Mille mila coccinelle nel bagno dell’ufficio.
  • Io sto con Riccardo Muti. Non so se l’ha detta lui la frase riportata nell’immagine né quando l’avrebbe detta (potrebbe essere vecchia di anni…) ma mi sembrano parole nel suo stile e in ogni caso sono d’accordo.
  • L’elettrone è perfettamente sferico. So che non potevate vivere senza saperlo.
  • La Nazionale Italiana di pallavolo femminile (le ragazze terribili, come le ha definite Lucchetta) è arrivata in finale ai mondiali in Giappone e si è arresa alla Serbia solo al quinto set. Considerato che molte giocatrici di questa squadra hanno 20 anni o meno direi che abbiamo un futuro in cui c’è la possiamo giocare con tutti! “Perché questo è un argento VINTO e non un oro perso: brave, ragazze!” Grandi!!!