Buon 2019!

Indovinami, indovino,
Tu che leggi nel destino:
L’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
Che avrà di certo quattro stagioni,
Dodici mesi, ciascuno al suo posto,
Un carnevale e un ferragosto,
E il giorno dopo il lunedì
Sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
Nel destino dell’anno nuovo:
Per il resto anche quest’anno
Sarà come gli uomini lo faranno.

Gianni Rodari

Buon anno 2019 a tutti, che sia come lo volete, fatelo bello, mi raccomando!

Facebook di nuovo nei guai: 50 milioni di account violati

Continua la rubrica TechCafé su ValserianaNews, giornale on-line della Val Seriana e Val di Scalve.

Parliamo di nuovo delle disavventure di Facebook

Facebook di nuovo nei guai: 50 milioni di account violati

Non finiscono mai i guai per il colosso in blu: non sono ancora terminati i “disagi” per il ruolo di Facebook nella campagna di disinformazione per le elezioni presidenziali del 2016, né i danni per lo scandalo Cambridge Analytica, che arriva la tegola di un “hack” ai suoi danni.

Facebook ha dichiarato che nel pomeriggio del 25 settembre 2018 i suoi tecnici hanno scoperto una “questione di sicurezza” che riguardava circa 50 milioni di utenti.

Dei non meglio precisati “malintenzionati” (quelli che vengono comunemente definiti “hacker”) hanno scoperto e utilizzato una vulnerabilità presente nella funzione “Visualizza come”.

Questa funzione normalmente consente di vedere come appare il proprio profilo quando visitato da altri utenti, per controllare per esempio se una fotografia o un contenuto che abbiamo impostato come “privato” o “visibile solo agli amici” abbia effettivamente acquisito correttamente questa impostazione.

Nel caso della vunerabilità, invece, gli hacker hanno potuto prendere possesso dell’access token, il “gettone” che equivale alla chiave digitale che mantiene gli utenti collegati a Facebook senza richiedere la password ogni volta che si usa l’app.

L’articolo completo lo trovate qui: TechCafé – Facebook di nuovo nei guai: 50 milioni di account violati

Ottimizzare il proprio PC senza ottimizzatori

Continua la rubrica TechCafé su ValserianaNews, giornale on-line della Val Seriana e Val di Scalve.

Oggi parliamo di come ottimizzare il PC senza usare programmi di ottimizzazione

Ottimizzare il proprio PC senza ottimizzatori

Dopo una pausa per le vacanze un po’ più lunga del solito, torno a parlare di programmi di ottimizzazione, veri o presunti, e di come spesso abbiamo già tutto a portata di man e non lo sappiamo.

Circa un anno fa parlammo delle disavventure di CCleaner, popolare programma di ottimizzazione per PC, che stava distribuendo dal proprio sito ufficiale una versione “hackerata”, che installava un malware in grado di raccogliere dati dal PC della vittima. Nel corso di questo ultimo anno un po’ di cose sono cambiate per CCleaner, ma purtroppo in peggio.

Dalla versione 5.45 il programma ha iniziato a raccogliere dati (in forma anonima). Poco male, c’è l’apposito flag da disabilitare, peccato che anche disabilitandolo non si disabilita. Oltre a questo piccolo fastidio, ora rimane attivo in background e assilla gli utenti con le richieste di passare alla versione a pagamento.

Come possiamo sopravvivere senza questo fastidioso software? Ce la possiamo fare, senza troppi problemi, basta avere un PC con una versione recente di Windows.

L’articolo completo lo trovate qui: TechCafé – Ottimizzare il proprio PC senza ottimizzatori

La musica è on line

Continua la rubrica TechCafé su ValserianaNews, giornale on-line della Val Seriana e Val di Scalve.

In questo numero, servizi musicali per tutti!

La musica è on line

Proliferano i servizi per ascoltare musica on-line. Le possibilità sono varie e differenziate, da Spotify al nuovo arrivato YouTube Music, quale è il vostro preferito? E vale la pena acquistare la versione Premium?

La notizia è quella dello sbarco in Italia di YouTube Music, il servizio dedicato alla fruizione di contenuti musicali (video, tracce audio, playlist e molto altro), di base gratuito con inserti pubblicitari o in versione Premium, senza pubblicità e con servizi aggiuntivi.

Dopo il lancio negli Stati Uniti e in altri mercati selezionati (Australia, Nuova Zelanda, Messico e Corea del Sud) i nuovi abbonamenti YouTube Premium e YouTube Music sono ora disponibili anche in 13 paesi europei (Italia compresa).

L’articolo completo lo trovate qui: TechCafé – La musica è on line

GDPR: chi è questo invadente “sconosciuto”?

Continua la rubrica TechCafé su ValserianaNews, giornale on-line della Val Seriana e Val di Scalve.

garante_della_privacy-750x410

GDPR: chi è questo invadente “sconosciuto”?

Se avete “qualche” account registrato su internet sarete stati bersagliati da un sacco di email e comunicazioni riguardanti la modifica delle “privacy policy” per l’adeguamento al GDPR. Cos’è? E cosa cambia per noi utenti?

Negli ultimi giorni siete stati tempestati da decine e decine di email che vi chiedevano di prendere visione del nuovo regolamento sulla privacy e dell’adeguamento al GDPR? Tranquilli, siete in buona compagnia: dal 25 maggio scorso è infatti entrato definitivamente in vigore il nuovo regolamento europeo in materia di privacy e trattamento dei dati personali, il cosiddetto GDPR, ovvero General Data Protection Regulation, ovvero “regolamento generale sulla protezione dei dati”.

L’articolo completo lo trovate qui: TechCafè – GDPR: chi è questo invadente “sconosciuto”?